Cuccioli golden retriever disponibili

LA VITA IN CASA DEL GOLDEN RETRIEVER

by Allevamento GoldenMania



Dopo pochi giorni di convivenza con il vostro cucciolo vi sarete resi conto di aver a che fare con un esserino curioso e furbetto, ricordate quindi per la sua incolumità che:
- Molte piante d’appartamento tra le più comuni possono essere velenose, se rosicchiate, per il cucciolo, sul nostro sito potete trovarne un elenco.
- Non usate il garage come canile, molte sostanze come olio per motore, anticongelanti, diluente per vernici, diserbanti, veleni per le piante e vari insetticidi sono sostanze velenose e mortali.
- Evitate di usare collari a strozzo del tipo a catena, usate un guinzaglio di tipo tubolare che non spezza il pelo sul collo, e comunque sempre sotto vostra sorveglianza.
- Non lasciate il cane in macchina quando la temperatura esterna è elevata, anche solo 10 minuti possono provocare un colpo di calore, se doveste proprio lasciare il cane in auto munitevi di gabbia e lasciate i finestrini aperti e l’auto in una zona in ombra.

IL KENNEL
ovvero la gabbietta in metallo... ecco i nostri consigli:
Siamo d’accordo con voi che il termine “gabbia” metta sempre un po’ in agitazione, si pensa ad una prigione, ad un luogo di punizione, ma vi possiamo assicurare che non è così.

Il kennel sarà sicuramente la parte più importante del corredo per il vostro amico.
Il cane è in natura un animale da tana, ed un luogo sicuro e protetto come la gabbia diventerà in breve tempo, e con un minimo di pazienza da parte vostra, il suo rifugio.
Abituandolo fin da cucciolo all’uso del kennel potrete, senza preoccupazioni, lasciare il cane a casa da solo senza che il piccolo possa farsi male o arrecare danni all’appartamento.

Il kennel sarà un valido supporto nell’aiutarvi ad insegnargli a regolare le sue “evacuazioni”, perché il vostro cane eviterà di sporcare quella che considera la sua tana.
Potrete tenere il cane al chiuso quando potrebbe essere d’impiccio (lo straccio da lavare per terra è il più bello dei giochi per lui!!!), o se avrete ospiti che magari non gradiscono le sue zampette addosso… semplicemente il vostro cucciolo avrà la sua tranquillità durante il riposo di cui ha estremo bisogno durante la sua crescita.

Con il kennel sarà molto più facile includerlo nelle uscite, nei viaggi, perché essendo abituato vi basterà posizionare il suo kennel in auto per farlo sentire tranquillo e rilassato.
Si adatterà inoltre più facilmente, a rimanere dal veterinario o in ospedale se dovesse presentarsene l’occasione.

MA RICORDATE: NON USATE MAI IL KENNEL COME FOSSE UNA PUNIZIONE!!

Con questo non vogliamo dire che sarà tutto facile ed automatico, probabilmente il cucciolo “protesterà” in maniera anche vivace, la prima volta che sarà lasciato in gabbia, non fatevi intenerire, e soprattutto non tiratelo MAI fuori dal kennel mentre sta abbaiando o piangendo, rafforzereste la sua convinzione che così facendo può ottenere qualcosa, aspettate che smetta e se volete, prendetelo, ma evitate di coccolarlo eccessivamente perché rafforzereste il suo desiderio di uscire per starvi vicino.

Ricordate che lui non rifiuta il kennel, ma la vostra lontananza.
Per questo motivo se sistemerete il kennel nella stanza dove abitualmente vivete durante il giorno e in camera da letto durante la notte il piccolo non si sentirà abbandonato e starà tranquillo.

"DOVE SI FA PIPÌ ???"

Questa è una domanda che certamente il vostro piccolo non si porrà, ma che potrà creare qualche piccolo momento di disagio.

Insegnare ad un cucciolo a sporcare richiede solo un po’ di pazienza, ricordate che per i primi mesi il cucciolo sporca ogni volta che si sveglia e subito dopo mangiato, quindi cercate, se ne avete la possibilità, di portarlo fuori o nel posto che avrete adibito ai suoi bisogni, in questi momenti.

Sicuramente non vi andrà sempre bene… ma se il piccolo dovesse sporcare in giro evitate di sgridarlo o cosa ancora più inutile di strofinargli il naso dove ha sporcato o di picchiarlo con il giornale o con la scopa, questo non deve succedere MAI, potete al massimo dirgli un “NO!!” secco e portarlo nel posto preparato per lui, lodandolo e facendogli i complimenti.
Vedrete che il vostro piccolo assocerà ben presto le vostre lodi al fatto di non sporcare in giro per casa e si comporterà di conseguenza.

Certo, se tutti i membri della famiglia sono fuori per parecchie ore e il vostro cucciolo rimane nella gabbia, non potrete pretendere al vostro rientro di trovarla pulita, dovrete quindi programmarvi ad insegnargli quando sarete presenti, nel frattempo potrete sistemare la gabbia in una stanza lasciandola aperta e sistemando al di fuori dei giornali.
Esistono in commercio anche degli assorbenti specifici per cani, che li attirano a fare pipì dove sono posizionati, assorbono molto e limitano il cattivo odore facilitando così l’addestramento.

Anche questa parte dell’addestramento come vedete è molto facilitata dall’uso della gabbia, ma sicuramente, questa, come molte altre fasi di crescita, passeranno prima che ve ne accorgiate.

Tenete duro e vedrete che in men che non si dica avrete accanto uno splendido compagno che sotto i vostri insegnamenti sarà diventato un cane ben educato.